Nel 1959 la Sedan de Ville diventò, da allestimento quale era, un modello a parte. Le Cadillac dell’anno citato erano ricordate per le loro enormi pinne affilate, per i fari posteriori sdoppiati e a forma di proiettile, per le due specifiche configurazioni del padiglione e dei montanti, per la nuova calandra anteriore dal disegno lussuoso e per le decorazioni cromate sul bagagliaio.

Il modello montava un motore V8 a valvole in testa da 6,4 L di cilindrata e 325 CV di potenza. Assemblata a Detroit sul pianale C della General Motors e progettata da Bill Mitchell, la vettura aveva il motore montato anteriormente e la trazione posteriore. Erano tre le carrozzerie disponibili, vale a dire hard-top due porte e quattro porte, con quest’ultima che era offerta in due versioni, a quattro o sei finestrini laterali. Era disponibile solo un tipo di cambio, l’automatico Hydra-Matic a quattro rapporti.

La Sedan de Ville possedeva una scritta identificativa che riportava il nome del modello, posizionata sui parafanghi posteriori. L’equipaggiamento standard comprendeva il servofreno, il servosterzo, le luci di retromarcia, i tergicristalli del parabrezza a due velocità, i dischi sui cerchioni, gli specchietti di cortesia, il filtro dell’olio, gli alzacristalli elettrici ed i sedili elettrici a due modalità. Delle carenature lisce coprivano le ruote posteriori. Nel primo anno furono venduti più di 53.000 esemplari, che rappresentavano il 37% di tutte le Cadillac vendute.

Fonte: Wikipedia

Foto: Link

Puoi noleggiarla presso La “Pasquale Vallone Group”


Richiedi informazioni

Cadillac Sedan